fbpx

Come creare una strategia di marketing

strategia-marketing

Creare una strategia di marketing oggi significa portare la propria azienda a guardare al futuro. Realizzare dei contenuti che siano di valore, che portino gli utenti ad esserne interessati, che siano pubblicati con una certa costanza, non è sempre facile.

Com’è possibile che alcuni contenuti hanno successo e altri invece no?

Per realizzare un contenuto che sia considerato da chi lo legge oggi di valore è obbligatorio avere un piano di marketing ben studiato. Infatti è fondamentale che ci sia dietro una fase di progettazione, produzione, promozione e misurazione dei risultati che si desidera raggiungere. Quando si pianifica per la propria azienda si guarda al futuro, a risultati che potranno arrivare nel tempo. Nel momento in cui tutto viene pianificato paradossalmente si arriva a risparmiare del tempo e ad avere allo stesso tempo risultati migliori e più proficui in campo economico.

Chi dovrà ideare una strategia di marketing per l’azienda?

Dovrà occuparsene un responsabile marketing, subito dopo essersi interfacciato con dati alla mano con specialisti SEO, SEM, ed esperti Social.

Per chi è utile ideare un piano di marketing?

Tutte le aziende che desiderano raggiungere dei risultati hanno bisogno di un piano marketing. È utile per aziende del settore turismo, del settore della ristorazione, nel settore abbigliamento, per i formatori. Tutti hanno bisogno di porsi degli obiettivi da rispettare costantemente per raggiungere dei risultati costruttivi.

Esistono diverse tipologie di piano marketing?

Il piano marketing si distingue in:

  • nazionale
  • locale

Ma non solo anche per:

  • lungo termine
  • breve termine

Nel primo caso ovvero lungo termine: si basa sulle KPI che sono letteralmente le chiavi di costruzione e distribuzione di valore di un determinato prodotto. In questo percorso verranno analizzate le strategie di marketing più utili per la propria azienda, verranno effettuate costanti analisi dei concorrenti. In questo caso verranno anche stabiliti quelli che sono i ruoli principali e le responsabilità di chi dovrà seguire il piano marketing.

Breve termine: i risultati sono più immediati, in quanto possono essere utilizzati per eventi a ridosso, per attività che esigono una immediata acquisizione di clienti. Qui si darà maggiore importanza alle KPI per raggiungere obiettivi stabiliti a breve termine. Tutto dovrà essere sempre associato a un controllo di management.

Non bisogna mai dimenticare che entrambi i piani marketing hanno una data di inizio e fine ed un target da raggiungere in un lasso di tempo lungo o breve.

Quali sono gli step da seguire per creare un piano di marketing?

Ecco di seguito gli step principali e indispensabili:

  • mission dell’azienda e obiettivi da raggiungere in un lasso di tempo stabilito (breve termine, lungo termine)
  • ricerca di mercato (a chi ci si sta rivolgendo? A un settore turistico, wedding, politico, economico, tecnologico, culturale)
  • analisi del ciclo di vita dell’azienda e del prodotto (è un’azienda già presente sul mercato? E’ un’attività nuova?)
  • analisi dei competitors
  • analisi SWOT ( letteralmente tradotto in opportunità, minacce, vantaggi, svantaggi)
  • analisi dei prezzi di mercato (domanda e offerta)
  • stagionalità e trend (utili in questo caso google trend e google analytics)
  • analisi del comportamento di acquisto
  • strategia di Marketing (con relativa segmentazione, targeting e posizionamento)
  • pianificazione delle attività
  • sviluppo relazioni con i clienti e ideazione di un piano di comunicazione
  • distribuzione delle attività ai singoli responsabili scelti per il piano marketing
  • previsione budgeting
  • controlli (tramite KPI)

In questo articolo abbiamo visto come nasce, come si crea e per chi è utile un piano marketing.

Se trovi questo articolo interessante condividilo sui tuoi canali social.

Share: